Luce femminea di Daniela Bellofiore
  • 29 x 32,5 cm

  • Tecnica mista con fotografia, colla, sabbia , acrilico, materiale di recupero: scatole, cartone, carta pesta  su compensato

  • 2019

  • Venduto – Collezione Privata

Le immagini in cui vi sono le scatole mostrano la Cronostoria dell’evoluzione dell’opera. Sono esattamente 2 fasi dell’esecuzione.

L’opera è stata eseguita con uno scatto fotografico da me effettuato. Stavo guardando da lontano queste persone ed ho avuto una visione egizia della posa. Ho inziato a fare una serie di scatti giocando con il mio mollettone e questo è il risultato intrappolato in quest’opera.

Il principio del riciclo e del recupero, che sta alla base del mio sistema di vita, è nascosto in ogni opera.
Il volume creato dai parallelepipedi e dai cubi è dato dalla manipolazione (intaglio, incisione, incastro, riempimento e rivestimento) di varie tipologie di scatole. Ogni opera,infatti, respira dell’energia di coloro che mi hanno portato i loro materiali.

Opera esposta durante la settimana di R.A.W 2019 nella mia mostra personale En Boite, racconti tridimensionali di frammenti d’immagine

Galleria